A Lavello in crescita le multe per divieto di sosta

[Articolo di Daniele Masiello su “Il Quotidiano della Basilicata” – Anno 7, N. 287 – Sabato 18 Ottobre 2008]

Record di contravvenzioni e i cittadini protestano

LAVELLO – Troppo indisciplinati gli automobilisti lavellesi o troppo dura la linea di repressione delle infrazioni stradali messa in atto dalla polizia municipale? Questo l’interrogativo che tiene banco nelle discussioni tra i malcapitati amanti delle quattro ruote in questo ultimo periodo.

La cittadina dauna ha fatto registrare negli ultimi mesi, in particolare negli ultimi giorni, un boom di contravvenzioni elevate dalla polizia municipale in danno degli automobilisti lavellesi. Dopo la boccata di ossigeno successiva all’eliminazione di più di 100 stalli di sosta a pagamento e la sostituzione degli stessi con aree con strisce bianche e disco orario, non sembra essere mutata poi così tanto la situzione.

Dito puntato contro gli ausiliari del traffico “rei”, a detta di alcuni, di essere troppo ligi al dovere, ma anche riflettori accesi sulla mancanza di un adeguato piano traffico che possa disciplinare in maniera compiuta il traffico veicolare soprattutto in alcune zone della città in determinate ore del giorno.

A far scattare la protesta dei cittadini il crescente numero di contravvenzioni che quotidianamente vengono elevate per divieto di sosta. A finire nella rete della repressione questa volta un numero cospicuo di genitori che si recano, all’uscita di scuola, nei pressi degli edifici scolastici per prendere i propri figli.

Punti nevralgici la locale Piazza Matteotti, Via Federico di Svevia e Via Lombardia nei pressi delle scuole elementari e medie. Per ogni bambino un auto, questo il rapporto matematico uno a uno. Auto costrette a parcheggi avventurosi su marciapiedi impedendo il passaggio di altri veicoli e dei pedoni. Nulla di più normale, per alcuni automobilisti, se non fosse che a pensarla così si aggiungono quotidianamente decine e decine di altri “imitatori” così da congestionare del tutto il traffico in determinate ore della giornata.

Centiania le contestazioni, numerosi i provvedimenti adottati ma nessuna buona nuova per gli automobilisti costretti ad avventurose gimcane in barba al codice della strada. Boicottati anche i parcheggi a pagamento che si riempiono solo nelle ore di “tregua” quando gli ausiliari del traffico o ausiliari della sosta, che dir si voglia, sospendono la loro attività.

Pochi gli incassi per la vendita dei cosiddetti grattini e per il ritiro degli scontrini dalle macchinette automatiche. A compensare gli scarsi introiti gli oltre 400 verbali di accertamento di infrazioni formalizzati dagli ausiliari della sosta. Cui si aggiungono quotidianamente decine di altre contravvenzioni da parte della Polizia Municipale.

Dopo la bagarre creatasi all’indomani dell’installazione del tanto chiacchierato palo dissuasore per impedire la sosta nell’atrio del Palazzo di Città, e la protesta dei cittadini del centro storico, i riflettori ora si accendono su altre aree della città a rischio congestione. Il tutto aggravato dalla mancanza di un servizio di trasporto pubblico efficiente che peraltro, non si sa per quale arcano motivo, resta ancora poco utilizzato dalla popolazione.

Per la cronaca la cittadina dauna attende da tempo la predisposizione di un adeguato piano traffico. In passato interventi tampone hanno consentito di deflazionare la circolazione veicolare in alcune zone senza apportare tuttavia grandi benefici. A far festa solo le casse comunali che quotidianamente si rimpinguano con i soldi degli “indisciplinati” automobilisti lavellesi.

One thought on “A Lavello in crescita le multe per divieto di sosta

  1. la gente nonn rispetta perchè tutto le apprtiene e dunque le multe fioccano e poi è diventato un modo per far soldi..Vero? se gli abitanti non comprendono che paghino…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...